Colorazione senza ammoniaca

Spesso ci troviamo davanti ad una scelta: scegliere una colorazione con ammoniaca o una colorazione senza ammoniaca?

In effetti potrebbe risultare una scelta difficile se non si conoscono le differenze dell’uso di una colorazione piuttosto che un’altra.

Iniziamo a capire a cosa serve l’ammoniaca nelle colorazioni per capelli. Per moltissimo tempo è stata l’ingrediente indispensabile delle colorazioni. Permette di penetrare all’interno del capello e di prepararlo così ad accogliere il colore. L’ammoniaca serve dunque a decolorare il capello per far sì che possa essere ricolorato.

Quando si parla invece di colorazioni senza ammoniaca, invece, non si parla di colorazione sia biologica o vegetale, ma bensì sempre di una colorazione chimica. L’unica differenza è proprio che non contiene ammoniaca ma viene sostituita da un sistema di colorazione a base di olio, molto meno aggressivo per il capello e per la salute.

I vantaggi sono molteplici :
– non rilascia emanazioni dannose per l’essere umano.
– meno aggressive sia per la cute che per il capello.

  • essendo a base d’olio contribuisce a lasciare il capello morbido e luminoso
  • Copertura 100% dei capelli bianchi.
  • Massima tenuta paragonabile alle classiche colorazioni con ammoniaca 
  • Infinite combinazioni di colore


A meno che non si utilizzi una tinta completamente naturale, le tinte chimiche sono sempre più o meno aggressive sulle chiome per cui è importante prendersi cura dei capelli utilizzando prodotti ristrutturanti e che si prendano cura dei tuoi capelli colorati.

Prova ad usare i prodotti della Linea HairBeat Color Care dei Bakù Professional Hair Care.